Come scoprirle - La Scuola della Salute - Intolleranze Alimentari

Vai ai contenuti

Menu principale:

Come si possono scoprire e testare le Intolleranze Alimentari
Per rilevare la presenza di un'Intolleranza Alimentare, sono a disposizione diversi tipi di test.
Alcuni test vengono effettuati su un campione di sangue. Questo metodo prevede che il plasma sanguigno venga posto a contatto con numerosi estratti di Alimenti
(cereali, verdure, frutta, ecc.) e, dopo un certo tempo di incubazione, venga valutato al microscopio da un tecnico se i Neutrofili (una categoria di Globuli Bianchi) hanno subito delle modificazioni in seguito al contatto con alcuni degli Alimenti esaminati.

 
 
 
 

Il Metodo Kinesiologico testa la diminuzione della forza in modo manuale, prendendo in esame la muscolatura della mano (O Ring) oppure delle braccia e/o delle gambe, mentre il test DRIA utilizza lo stesso principio, ma le rilevazioni sono fatte tramite un sistema computerizzato. Questi test sono validi perché prendono in considerazione tutto l'organismo.

 

Un altro metodo sono i test elettrici come l'EAV (elettro Agopuntura di Voll) ed il Vega Test. Con appositi apparecchi può essere misurata, lungo i meridiani classici dell'agopuntura cinese od altri canali studiati successivamente, una micro corrente elettrica che attraversa la persona, ed all'uscita permette di derivare informazione su incidenti trovati lungo il percorso oppure sull'impatto che producono piccole quantità di Alimenti interposti tra la persona e l'apparecchio.


 

Laboratorio di analisi certificato tra i primi dieci
Centri di Diagnostica Molecolare a livello Europeo





Attestato di validità scientifica ASL
Dipartimento di Medicine non Convenzionali


 
Torna ai contenuti | Torna al menu